Miscellanea

Piante native in Africa

Piante native in Africa



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Le foreste pluviali tropicali dell'Africa producono molte piante autoctone che ricevono luce solare regolare, abbondanza di piogge e prosperano a temperature calde. Alberi ad alto fusto torreggiano sul pavimento della foresta pluviale, creando aree ombreggiate per piante tropicali a parziale e completa ombra, molte delle quali sono preferite come piante d'appartamento nelle case di tutto il mondo per la loro capacità di prosperare con sole poco o indiretto. Le piante native in Africa crescono nelle altre regioni climatiche dell'Africa, alcune tolleranti al freddo e altre alla siccità nel caldo secco del caldo sole africano.

Caffè

Originario dell'Etiopia e dello Yemen, il caffè (Coffea arabica) nasce da uno scrub fiorito che produce bacche o chicchi di caffè. Il caffè viene preparato dai semi di caffè tostati. In origine i semi di caffè venivano masticati per il loro effetto stimolante. Il caffè viene coltivato in molte parti dell'Africa, nonché in America Latina e in Asia.

  • Le foreste pluviali tropicali dell'Africa producono molte piante autoctone che ricevono luce solare regolare, abbondanza di piogge e prosperano a temperature calde.
  • Originario dell'Etiopia e dello Yemen, il caffè (Coffea arabica) nasce da uno scrub fiorito che produce bacche o chicchi di caffè.

Babul Acacia

L'acacia di Babul (Acacia nilotica L.), un albero sempreverde a fioritura tropicale e fruttifero che raggiunge i 25 metri di altezza, ha un sistema di radici profonde e si propaga facilmente per seme. Trovati in molti paesi dell'Africa centrale e meridionale, i baccelli di Babul Acacia sono utilizzati nella concia delle pelli e nella tintura dei tessuti, che vanno dal marrone chiaro al marrone scuro e grigio se miscelati con altri agenti. Altri nomi includono spine profumate, Babla, Mjungu e acacia profumata.

Guinea Millet

Originario della savana africana, il miglio della Guinea (Brachiaria deflexa) cresce come un'erbaccia in tutto il centro del Sud Africa, da est a ovest. Il miglio della Guinea è un cereale raccolto in natura o coltivato nelle fattorie come cereale o macinato in farina per la cottura. Altri nomi comuni per il miglio della Guinea includono il fonio animale e l'erba del segnale falso.

Fonio nero

Il fonio nero (Digitaria iburua) è un'erba annuale originaria della Nigeria, del Camerun, della Guinea e dei paesi circostanti. L'erba cresce fino a più di un metro e il suo chicco viene consumato come cereali o preparato come riso e cuscus. Alcuni dei suoi altri nomi sono iburu, manne noire e black acha.

  • L'acacia di Babul (Acacia nilotica L.), un albero sempreverde a fioritura tropicale e fruttifero che raggiunge i 25 metri di altezza, ha un sistema di radici profonde e si propaga facilmente per seme.
  • Il fonio nero (Digitaria iburua) è un'erba annuale originaria della Nigeria, del Camerun, della Guinea e dei paesi circostanti.

Guinea Yam

Originario dell'Africa occidentale e coltivato fino all'Etiopia, l'igname della Guinea (Dioscorea cayenensis) è una pianta annuale coltivata per le sue radici tuberose. I gambi simili a rampicanti dei due gruppi principali di guinea igname, l'igname giallo della Guinea e l'igname bianco, raggiungono un'altezza di 12 metri. Gli ignami vengono bolliti, cotti al forno, fritti, pestati o essiccati e macinati in farina. La Nigeria è il più grande produttore di patate dolci della Guinea.


Guarda il video: The threat of invasive species - Jennifer Klos (Agosto 2022).