Miscellanea

Tipi di alberi di albicocche

Tipi di alberi di albicocche


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

albicocche sull'immagine dell'albero di Ashley Djuricin da Fotolia.com

L'albicocco è un frutto resistente, anche se schizzinoso. Sebbene esistano principalmente tre diversi tipi di albicocca autoctona - albicocca cinese, albicocca giapponese e albicocca del deserto - l'albero è stato coltivato con successo negli Stati Uniti e sono disponibili diverse varietà di albicocco per la semina. Gli alberi si comportano bene nelle zone con inverni freddi, primavere calde ed estati secche.

Albicocca cinese e cultivar

L'albicocca cinese è originaria della Cina settentrionale e di tutta l'Asia centrale. L'albero raggiunge un'altezza di circa 33 piedi, con corteccia marrone scuro e foglie ovali. Il suo genere, Prunus armeniaca, è stato ampiamente coltivato nel corso dei secoli e ci sono varietà disponibili per la semina in diverse regioni di coltivazione. Negli Stati Uniti, questi tipi includono Deatrich, Gldcot, Hargrand, Jerseycot, Puget gold e Vivagold.

  • L'albicocco è un frutto resistente, anche se schizzinoso.
  • Sebbene esistano principalmente tre diversi tipi di albicocca autoctona - albicocca cinese, albicocca giapponese e albicocca del deserto - l'albero è stato coltivato con successo negli Stati Uniti e diverse varietà di albicocco sono disponibili per la semina.

Albicocca giapponese

L'albicocca giapponese, chiamata anche prugna invernale, non è originaria degli Stati Uniti ma può essere coltivata nei climi meridionali nelle zone di rusticità da 6 a 8, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. L'albero cresce fino a un'altezza di 20 piedi e la sua corteccia è sottile e soggetta a lesioni. Le foglie sono di forma ovale e l'albero fiorisce a fine inverno e all'inizio della primavera. Il frutto è commestibile, sebbene aspro, e viene regolarmente messo in salamoia e mangiato in Giappone.

Albicocca del deserto

L'albicocca del deserto, classificata come arbusto arboricolo, è originaria degli Stati Uniti sudoccidentali. L'albero cresce fino a un'altezza di 12 piedi e la sua corteccia è bruno-rossastra. Le foglie sono ovali arrotondate ei fiori sbocciano all'inizio della primavera. Il frutto, commestibile e mangiato dalla fauna selvatica, matura in estate. L'albero di solito cresce nei canyon in terreno sabbioso.

  • L'albicocca giapponese, chiamata anche prugna invernale, non è originaria degli Stati Uniti ma può essere coltivata nei climi meridionali nelle zone di rusticità da 6 a 8, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.
  • L'albero cresce fino a un'altezza di 20 piedi e la sua corteccia è sottile e soggetta a lesioni.

Siti di impianto per alberi di albicocche

Gli alberi di albicocca standard raggiungono un'altezza di 30 piedi, ma possono essere mantenuti a 15 piedi di altezza con la potatura. I forti venti danneggiano i rami e le foglie degli albicocchi. I venti possono strappare fiori e frutti dai rami. Cerca un sito protetto dai venti forti. Se il sito si trova in una zona ventosa, pianta fitti arbusti e alberi che fungano da frangivento. Il terreno deve trattenere l'umidità senza essere inzuppato perché gli alberi non sono resistenti alla siccità. Non piantare in un terreno con elevate quantità di argilla o sabbia. I siti appropriati per gli alberi di albicocca contengono un terreno ricco fino alla profondità di 4-6 piedi. Allenta il terreno con una pala nell'area prima di piantare. L'acqua stagnante sulla zona delle radici tende a causare marciume radicale.

  • Gli alberi di albicocca standard raggiungono un'altezza di 30 piedi, ma possono essere mantenuti a 15 piedi di altezza con la potatura.
  • Il terreno deve trattenere l'umidità senza essere inzuppato perché gli alberi non sono resistenti alla siccità.


Guarda il video: Botanica e giardinaggio - Potatura dellalbicocco L. Bonino -Tecniche di potatura alberi da frutto (Potrebbe 2022).