Collezioni

Trattamento organico per l'oidio

Trattamento organico per l'oidio


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'oidio è una malattia fungina che appare come un rivestimento polveroso grigio o bianco sulle piante. Verdure come cetrioli, zucche, zucca e meloni; piante d'appartamento come la viola africana e la begonia; e piante da esterno come il flox, il lillà e la rosa sono tutte suscettibili all'oidio. Non solo la malattia non è attraente, ma può distorcere e arrestare foglie, germogli, punte e frutti di una pianta. Se sono colpite abbastanza foglie o tessuti, la pianta potrebbe morire.

Come si forma l'oidio

Il vento trasporta spore di muffa polverosa. La malattia può manifestarsi in qualsiasi momento, ma è più probabile che cresca rapidamente nelle zone ombreggiate, se la circolazione dell'aria è lenta o inesistente o quando l'umidità è alta. L'oidio può riprodursi sia sessualmente che asessualmente.

  • L'oidio è una malattia fungina che appare come un rivestimento polveroso grigio o bianco sulle piante.
  • Non solo la malattia non è attraente, ma può distorcere e arrestare foglie, germogli, punte e frutti di una pianta.

Prevenzione

Se stai piantando un esemplare suscettibile, scegli un'area con tanto sole quanto la pianta può sopportare. Non affollare la pianta; assicurarsi che ci sia spazio sufficiente per la circolazione dell'aria. Utilizzare un fertilizzante a lenta cessione; evitare fertilizzanti liquidi che potrebbero schizzare le spore sulle foglie. Innaffia le piante a livello delle radici, non dall'alto. Varietà vegetali resistenti all'oidio.

Trattamenti

Esistono diversi trattamenti biologici che combattono l'oidio. Il latte contiene sali e amminoacidi benefici per le piante e che combattono la malattia. Per utilizzare, mescolare 1 tazza di latte scremato con 9 tazze di acqua e spruzzare sulle zone infette ogni due o tre giorni.

  • Se stai piantando un esemplare suscettibile, scegli un'area con tanto sole quanto la pianta può sopportare.
  • Non affollare la pianta; assicurarsi che ci sia spazio sufficiente per la circolazione dell'aria.

Fai uno spruzzo di 1 cucchiaio. di bicarbonato di sodio in 1 litro d'acqua e spruzzare sulle aree infette ogni tre-cinque giorni.

L'olio di Neem biologico è un fungicida ad ampio spettro. Mescola 2 cucchiai. e 1 1/2 cucchiaino. sapone per i piatti per litro d'acqua. Spruzza tutte le superfici delle piante, comprese le parti inferiori delle foglie, fino a bagnarle.

  • di bicarbonato di sodio in 1 litro d'acqua e spruzzare sulle aree infette ogni tre-cinque giorni.

La pulizia è fondamentale. Raccogli tutte le foglie ei fiori caduti che sono stati colpiti e mettili nella spazzatura. Non compostarli.


Guarda il video: Pigmenti Organici o Inorganici? Quale Scegliere? (Potrebbe 2022).